YesWe NEWS!

Segui il blog di YESWENET, la rete d’imprese più grande d’Italia. Resta sempre aggiornato sulle principali novità e segui i migliori consigli che i nostri esperti mettono a disposizione per la tua azienda!

Decreto Rilancio: tutte le misure a favore di lavoratori, imprese e turismo

18 Maggio 2020
https://yeswenet.it/wp-content/uploads/2020/05/decreto_rilancio-1-1280x853.jpg

Il “Decreto Rilancio” è stato approvato il 13 maggio: cosa prevede per lavoratori, imprese e turismo

Sono ben 256 gli articoli che compongono il testo del Decreto Rilancio approvato lo scorso mercoledì 13 aprile 2020 dal Consiglio dei Ministri.

Il nuovo Dl introduce ingenti misure a sostegno di lavoratori, famiglie e imprese per fronteggiare l’emergenza sanitaria ed economica causata dal coronavirus. Il presidente Conte in conferenza stampa ha dichiarato che è stata messa a disposizione una spesa di 55 miliardi di euro e che le procedure per l’accesso alla liquidità e agli ammortizzatori sociali sono state ulteriormente semplificate.

DECRETO RILANCIO LE PRINCIPALI MISURE PWER IMPRESE, LAVORATORI E TURISMO

Decreto Rilancio: misure per le imprese
Decreto rilancio: misure per i lavoratori
Decreto Rilancio: misure per il turismo

Decreto rilancio per i lavoratori: le misure

Proroga della cassa integrazione

Con il Decreto Rilancio viene potenziato il precedente Dl Cura Italia in materia di cassa integrazione.

Infatti, le 9 settimane iniziali previste per gli ammortizzatori sociali a favore dei lavoratori dipendenti verranno implementate di ulteriori 9: di queste, 5 potranno essere utilizzate fino al 31 agosto e le 4 settimane rimanenti dal 1° settembre al 31 ottobre 2020.

Nel decreto bilancio sono presenti misure per i lavoratori

Blocco licenziamenti

Con l’entrata in vigore del nuovo decreto viene negato ai datori di lavoro il licenziamento per giustificato motivo oggettivo per ulteriori 5 mesi.


È stata introdotta anche la possibilità di revoca dei licenziamenti avvenuti tra febbraio 2020 e il 17 marzo 2020, a condizione però che simultaneamente venga richiesta la cassa integrazione in deroga.

L’altra novità riguarda i 300 mila contratti a termine in scadenza ogni mese in Italia. Infatti, il Governo da la possibilità di proroga dei contratti per questi lavoratori senza precisa causale accedendo al Decreto Dignità.

Smart Working per i genitori

Con il decreto Rilancio per i genitori lavoratori dipendenti con figli fino a 14 anni lo smart working diventa un diritto.

Fino al 31 luglio si potrà optare per il lavoro agile purché sia compatibile con le caratteristiche della prestazione lavorativa e che non ci sia un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito o non lavoratore.

Il bonus baby sitter verrà raddoppiato dai 600 euro del Dl Cura Italia ai 1200 euro del nuovo decreto. Il congedo parentale per i genitori lavoratori dipendenti verrà pagato al 50% per chi ha figli fino a 12 anni per un totale di 30 giorni.

Decreto rilancio: le misure per le imprese

Decreto Rilancio per le imprese: le principali misure

Contributi a fondo perduto

Lo stato erogherà alle aziende in difficoltà (con fatturati fino a 5 milioni di euro nel 2019) contributi a fondo perduto da 1.000 a 50.000 euro con un bonifico da parte dell’Agenzia delle Entrate.

L’intervento che mira al rilancio delle aziende verrà attuato per chi ha registrato perdite del 33% del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Verranno esclusi i lavoratori autonomi titolari di P.IVA beneficiari dell’indennità di 600 euro nel mese di marzo.

Per le piccole e medie imprese ci saranno inoltre sconti in bolletta per le utenze non domestiche dal 1° maggio a luglio 2020 e per 3 mesi è previsto un credito d’imposta sui canoni d’affitto del 60%.

Gli sconti verranno attuati solo se il fatturato ha subito almeno il 50% di perdite nel mese di riferimento su anno.

Inoltre con il potenziamento del Fondo di garanzia del Decreto Liquidità le imprese e i professionisti potranno richiedere prestiti fino a 25 mila euro coperti al 100%.

Credito d’imposta per la sicurezza

Altri incentivi per le imprese in procinto di riapertura delle proprie attività riguardano le norme di sicurezza e il distanziamento sociale per contrastare il propagarsi del virus.

Il Decreto Rilancio prevede una detrazione fiscale dell’80% per le spese di adeguamento degli ambienti di lavoro sostenute nell’anno 2020 necessarie alla riapertura in sicurezza. Sono compresi gli interventi edilizi per il rifacimento spogliatoi, mense, realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni ma anche le spese per la sanificazione degli ambienti di lavoro e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, come guanti, mascherine, tute e visiere, l’acquisto di prodotti disinfettanti e altri dispositivi di sicurezza come pannelli protettivi, comprensivi di spese di installazione.

Possono beneficiare del credito d’imposta tutte le attività aperte al pubblico. La detrazione fiscale è utilizzabile in 10 anni in compensazione ed è cedibile ad altri soggetti.

Aiuti statali per gli stipendi

Previste, per evitare i licenziamenti dei dipendenti, aiuti statali per gli stipendi a favore delle aziende per una durata non superiore ai 12 mesi a partire dall’avvio della domanda o anche con decorrenza retroattiva fino al 1° febbraio 2020.

La condizione è che i lavoratori continuino a lavorare e che le aziende non abbiano fatto richiesta per cassa integrazione. La sovvenzione può arrivare fino a un massimo dell’80% dello stipendio lordo in cui sono compresi anche i contributi a carico del datore di lavoro.

Decreto Rilancio Turismo: le misure di sostegno

Bonus lavoratori stagionali

Per i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali beneficiari dell’indennità 600 euro per il mese di marzo 2020 verrà erogata un’indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020.

Ai lavoratori del turismo, degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020, non titolari di rapporto di lavoro dipendente o di prestazioni a sostegno del reddito alla data di entrata in vigore della presente disposizione è riconosciuta un’indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1.000 euro.

Decreto Rilancio per il settore del turismo

Fondo turismo

Il Decreto Rilancio prevede anche il Bonus vacanze o “Tax credit vacanze”, un buono di 500 euro concesso ad ogni famiglia con ISEE inferiore a 40.000 euro da spendere in Italia nel 2020 per le proprie vacanze nelle strutture alberghiere e ricettive.

Il credito può essere utilizzato da un solo membro della famiglia e ammonta a 500 euro per ogni nucleo familiare con figlio a carico, a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per quelli composti da una sola persona.

Altri 50 milioni di euro per il 2020 sono stati stanziati per la concessione di contributi in favore delle imprese turistico ricettive, delle aziende termali e degli stabilimenti balneari per le spese di sanificazione.

Inoltre, per queste strutture è previsto lo stop della tassa sull’occupazione di suolo pubblico e l’abolizione della rata Imu di giugno.

Infine, 30 milioni andranno investiti per la promozione del brand Italia in sostegno alla ripresa dei flussi turistici.

Scopri i servizi dedicati alle aziende di YesWeNet e come aderire alla rete d'imprese.
https://yeswenet.it/wp-content/uploads/2020/07/Logo_footer_W.png
Sedi
Sede legale

Via Copernico 38
20125 Milano (MI)
Business center Copernico

P.iva: 10380430966

Sede operativa

S.S. 100 Km.17,500 c/o Il Baricentro Torre C, 4° piano
70010 Casamassima (BA)

Sede distaccata

Filiale di Verona
Via Luciano Manara, 3 – 37135 Verona

YeswenetContatti
info@yeswenet.it
RIMANI IN CONTATTOYeswenet Social
Sedi
Sede legale

Via Copernico 38
20125 Milano (MI)
Business center Copernico
P.iva: 10380430966

Sede operativa

S.S. 100 Km.17,500 c/o Il Baricentro Torre C, 4° piano
70010 Casamassima (BA)

Sede distaccata

Filiale di Verona tel. +39 045 4597442
Via Luciano Manara, 3 – 37135 Verona

YeswenetContatti
info@yeswenet.it
RIMANI IN CONTATTOYeswenet Social